creazioni-siti-web-roma

NonSoloGossip

Curiosità, news e tanto altro dalla tv al web

Johnny Depp da accusatore ad accusato in processo vs Sun

(ANSA) – LONDRA, 08 LUG – Da accusatore ad accusato: avvocati
della difesa al contrattacco contro Johnny Depp nella seconda
giornata di deposizione di fronte all’Alta Corte di Londra
nell’ambito del processo per diffamazione intentato dall’attore
di Hollywood contro il britannico Sun che lo aveva additato per
i denunciati maltrattamenti all’ex moglie Amber Heard. Pressato
dai legali del tabloid, decisi a metterlo in cattiva luce come
una persona in passato fuori controllo se non violenta, Depp non
ha rinnegato la sua storia di abusi di alcol e droghe, ma ha
insistito a negare categoricamente di aver mai colpito la donna.
    L’attore aveva querelato a suo tempo il giornale di Rupert
Murdoch per un articolo, pubblicato nell’aprile 2018, nel quale
veniva bollato come un “picchiatore coniugale” dopo che la
stessa Heard l’aveva accusato di almeno 14 episodi di violenza
domestica. Il primo dei quali – secondo la testimonianza
dell’attrice e modella – risalente all’inizio del 2013, dopo una
sua banale battuta ironica su un tatuaggio dell’allora partner
dedicato all’ex fiamma Winona Ryder (che tuttora lo difende al
pari di una seconda compagna del passato, Vanessa Paradis da cui
ha avuto due figli).
    La star statunitense, presente in aula per il secondo giorno
consecutivo, è stato incalzato dalle domande di un avvocato
della difesa, Sasha Wass, la quale ha provato a far leva sugli
eccessi di Depp o persino sulla sua amicizia con personaggi
dallo stile di vita estremo come Keith Richards, lo scrittore
Hunter Thompson o Elton John. Durante l’udienza è stato poi
mostrato un video, girato di nascosto dalla Heard, nel quale
l’attore – in evidente stato d’ebbrezza – rompeva un armadietto
della sua cucina prima di versarsi un bicchiere di vino rosso di
mattina. Johnny Dopp ha ammesso con franchezza di aver vissuto
fasi di dipendenza da alcolici e stupefacenti, ma ha definito
ancora una volta “bugie” tutte i riferimenti a suo presunti
schiaffi o violenze contro l’ex moglie, continuando ad affermare
che il linguaggio violento di alcuni messaggi sarebbe stato “solo” una reazione verbale d’ira alle aggressioni fisiche
subite a suo dire proprio dalla Heard. (ANSA).
   

Fonte: Ansa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy